CONSIGLI PER UN LAVORO A SCRIVANIA – COMPUTER

//CONSIGLI PER UN LAVORO A SCRIVANIA – COMPUTER

CONSIGLI PER UN LAVORO A SCRIVANIA – COMPUTER

 

  1. La sedia deve aiutarti a tenere la posizione corretta: la seduta deve essere inclinata da dietro in avanti, più alta dietro di almeno due centimetri. Ci sono sedie già previste così: ad esempio alla Buffetti (Topstar – modello Sitness), sedie Moizi (modelli: 18, 6, 7, 10), Moll, Stokke (modelli: Pendulum, Actulum). Oppure si può utilizzare una sedia normale su cui si pone un cuscino a cuneo. L’essenziale è che le ginocchia siano più basse delle cosce e del bacino.
  2. I piedi devono appoggiare a terra con tutta la pianta e la gamba perpendicolare al terreno.
  3. La schiena deve essere ben eretta in modo di avere la testa non china in avanti, allineata con la colonna. Spalle rilasciate.
  4. Il tavolo deve avere un’altezza per cui i gomiti, a spalle rilasciate, siano tangenti. Il piano d’appoggio deve essere possibilmente inclinato, si può mettere il computer su un leggio o un cuscino a cuneo, sempre per permettere al capo di rimanere eretto e lo sguardo dritto o, meglio, lievemente chino in avanti.
  5. Almeno una volta al giorno sdraiati:

Prima di cominciare, l’ideale sarebbe fare un bagno o una doccia caldi, in modo da ammorbidire le tensioni muscolari.

Siediti su un tappetino (tipo quelli da palestra) e legati le caviglie con un foulard (o con la cintura dell’accappatoio). Poi sdraiati a pancia in su, passando dalla posizione su un fianco (come quando ci si alza). Vedi di stare al caldo. Se necessario, puoi coprirti con un plaid.

Allarga le braccia aperte a novanta gradi.

Respira tranquillamente a bocca aperta. A ogni espirazione, cerca di rilasciare i muscoli e abbandonarti al sostegno del terreno.

Puoi anche addormentarti o ascoltare musica rilassante. Mantieni la posizione per almeno 15-20 minuti.

Poi, per alzarti, fletti le gambe, girati sul fianco e mettiti in ginocchio, molto lentamente.

Attenzione: se quando sei disteso il mento sale verso l’alto, usa un cuscinetto per mantenere la testa in asse.

(Da “Dipende dalla schiena” Ed. Mondadori)

  1. Tutti i giorni cerca di eseguire i 10 esercizi della salute mostrati dal maestro di Taichi Alessandro Lenzini

(sito del maestro Alessandro Lenzini: www.ccaa.it).

  1. Guarda con attenzione il video della fisioterapista Lilia De Giovanni, terapista del metodo Bertelè, teacher del metodo Feldenkrais. Ti aiuterà a renderti conto della tua posizione e a mantenere la posizione corretta non irrigidendo i muscoli.

 

  1. IMPORTANTE: se devi usare la mascherina appena ti è possibile, vai alla finestra aperta, abbassa la mascherina e respira profondamente. Per aiutarti a respirare, guarda il video di Silvia Fumagalli diplomata in canto artistico, specializzazione con Françoise Orgeas, insegnante di canto, bertelista 
By | 2020-11-04T03:42:55+00:00 novembre 4th, 2020|Senza categoria|0 Comments